Dall’8 al 12 ottobre 2014 la moda indiana scende in passerella: 5 giorni a New Dehli per 125 designer, affermati ed emergenti. La Wills Lifestyle India Fashion Week mira a sottolineare il punto d’incontro tra innovazione e tradizione, cifra stilistica di abiti e accessori “made in India“. La manifestazione è promossa dal Fashion Design Council of India. Secondo le stime di A.T. Kearney il mercato indiano dell’abbigliamento è destinato a crescere al ritmo del 9-10% annuo nel corso del prossimo quinquennio. E mentre i brand occidentali provano a rafforzare la propria presenza in India, soprattutto dopo la decisione del Governo (2012) di allentare le norme che regolano gli investimenti dall’estero nel settore retail, i marchi indiani crescono e si affermano in Occidente: Manish Malhotra, Sabyasachi e Masaba sono tra i designer indiani più conosciuti e apprezzati non solo in patria ma anche nel resto del mondo.

“La moda in India resta profondamente “divisa” – afferma la giornalista Bendana Tewari su Bof – C’è il mercato dell’alta moda e degli abiti da sposa che riguarda prettamente gli abitanti dei grandi centri urbani e raggiunge fatturati altissimi. Poi c’è il mercato manufatturiero, che non genera grossi profitti ma che impiega 34.5 milioni di artigiani dislocati nella campagna indiana”.