Per centinaia di ragazzi disabili, la scuola non è mai cominciata. Lo scorso 7 agosto la Provincia di Napoli, con una delibera, ha interrotto l’erogazione dei fondi per le attività e l’inserimento dei disabili, con il risultato che per 600 studenti delle scuole superiori del Napoletano l’anno scolastico non è iniziato. Ad oltre un mese dall’effettiva riapertura delle scuole, i genitori dei ragazzi disabili hanno effettuato un presidio a Piazza Matteotti per chiedere il ritiro della delibera, rivendicando il diritto allo studio. Chiara la richiesta dei ragazzi: “E’ disumano quello che stanno facendo, noi vogliamo andare a scuola e così ci rovinano il futuro”  di Fabio Capasso