“Vogliamo una scuola che un giorno non ci faccia lavorare gratis”. Con questo slogan un centinaio di partecipanti alla mobilitazione della scuola hanno occupato il parcheggio di competenza del Provveditorato agli studi di Milano. Qualche attimo di tensione con le forze dell’ordine, ma la situazione è subito rientrata nella normalità. Gli slogan della marcia a cui hanno preso parte diverse migliaia di persone: “Vogliamo una scuola pubblica”, “No agli stage non retribuiti”, “No al lavoro gratuito o a quello volontario di Expo”. Durante il corteo alcuni manifestanti hanno scaricato un sacco di letame davanti a degli uffici distaccati dell’Università Cattolica del Sacro Cuore  di Fabio Abati