“Dovrebbero dare la sedia elettrica a chi ha fatto male a mio figlio“. Così la mamma del ragazzino di 14 anni seviziato dal branco in un autolavaggio nel quartiere Pianura, a Napoli, risponde a quanti sostengono che l’episodio sia solo una bravata. “Potevano uccidermelo. Come sto piangendo io, devono farlo anche i familiari di quei ragazzi”, dice disperata la mamma del ragazzino che ripete: “Ma quale scherzo! Non sono giochi da fare”  di Fabio Capasso