“I Paesi che hanno un bilancio in attivo, come la Germania, devono sostenere ancora di più la loro domanda interna”. Questo lo sforzo che il presidente francese François Hollande chiede alla collega Angela Merkel al suo arrivo alla conferenza sull’occupazione in Europa in corso a Milano. “Per rilanciare la crescita tutti devono essere pronti a fare uno sforzo, con ulteriori politiche di austerità l’economia europea continuerebbe a rallentare”. Tra i pochi a rispondere a margine dell’incontro, il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, che sottolinea invece come il summit di oggi non sia stato convocato per parlare del 3 per cento. “Mi auguro che il risultato di questa conferenza sull’occupazione siano investimenti pubblici e privati in favore della crescita”. Tra i presenti, anche il primo ministro ungherese Viktor Orban, al quale la stampa straniera ha chiesto conto della sua amicizia con il presidente russo Vladimir Putin. Orban ha risposto con un sorriso: “Sono molto amico di Berlusconi”  di Franz Baraggino e Stefano De Agostini