Il segretario della Fiom, Maurizio Landini, al termine della manifestazione “arringa” i lavoratori per diversi minuti toccando i nodi principali della protesta. “Questa volta – dice il segretario – noi non scherziamo, non stiamo facendo una protesta per dire che esistiamo. Abbiamo capito che il tentativo è di usare la crisi per cancellare i diritti, dobbiamo inventare tutte le forme necessarie per reggere un minuto più di loro”. Poi sfida il premier: “Perché Renzi non si fa dare la delega per rimettere il falso in bilancio? Adesso hanno fatto una legge sull’autoriciclaggio e ho scoperto che se è fatto sul godimento personale non è reato, io non ho mai visto che uno fa autoriciclaggio per il godimento collettivo, non ho assistito a degli orgasmi multipli nel paese”  di Alessandro Madron