Lo Stato Islamico ha decapitato il quarto ostaggio. Si tratta di Alan Henning ed è un cooperante britannico di 47 anni, tassista di Eccles (Greater Manchester) e volontario in Medio Oriente. I media americani, che hanno dato la notizia, sottolineano che l’autenticità del video (dal titolo “Messaggio all’America e ai suoi alleati“) che mostra l’uccisione dell’uomo – minacciato di morte lo scorso 14 settembre dopo le immagini della decapitazione di David Haines – non è stata verificata. Il filmato dura poco più di un minuto e si apre con un riferimento al voto del Parlamento inglese, che il 26 settembre ha dato il via libera ai raid contro l’Isis. Il boia che compare pare sia John, il jihadista dall’accento inglese che ha decapitato anche le precedenti vittime (James FoleySteven Sotloff e David Haines). Durante il video i terroristi hanno annunciato che la prossima vittima sarà l’americano Peter Edward Kassig. E’ originario dell’Indiana ed è un ex Army Ranger che ha fatto base in Iraq