Condivido l’impianto generale della norma, ma alcuni aspetti devono essere modificati, si devono prevedere contrappesi”. E’ l’opinione di Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione sul decreto Sblocca Italia. “Non trovo scandaloso – continua a margine della consegna del premio Pio La Torre a Roma – che l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Michele Elia sia stato anche nominato come commissario straordinario delle tratte Napoli-Bari e della Palermo-Catania-Messina, ma non condivo i poteri affidatigli in materia ambientale“. Sullo stallo della legge anticorruzione denunciato dal presidente del Senato Pietro Grasso, dice: “E’ necessario accelerare, ma il problema è anche coordinare le numerose iniziative legislative in materia”   di Annalisa Ausilio