“Prima di tutto va risolto il problema dell’accesso al credito delle piccole e medie imprese“. Dopo le numerose critiche, anche Confesercenti aggiunge la sua bocciatura alla possibilità – al vaglio del governo – di elargire subito ai lavoratori il 50% del Tfr con l’obiettivo di rilanciare i consumi. “L’ipotesi – spiega Mauro Bussoni, segretario generale di Confesercenti, a margine della presentazione alla Camera del bilancio “disastroso” a tre anni dalle liberalizzazioni degli esercizi commerciali – rischia di creare più danni che benefici. Oltre al problema di natura previdenziale – prosegue – mette in difficoltà anche le imprese che utilizzano la liquidità del Tfr per andare avanti“. E’ l’opinione di . “Aumentare l’orario di apertura dei negozi – conclude – non ha prodotto la crescita dei consumi. Dopo l’aumento degli 80 euro si parla ora di Tfr, ma temo che siano entrambe misure insufficienti”   di Annalisa Ausilio