“Ci sono tanti neri che sono leghisti, votano Lega, ma non lo dicono”. Così Toni Iwobi ha difeso la propria militanza leghista nel corso della conferenza stampa a Milano di presentazione del nuovo dipartimento immigrazione istituito dal partito. Accanto al leghista di origine nigeriana c’era il segretario del Carroccio Matteo Salvini, che ha parlato della prossima manifestazione indetta dalla Lega per il 18 ottobre. “Sarà ‘La manifestazione’, porteremo 100 mila persone in piazza Duomo a Milano contro mare nostrum”. Iwobi ha raccontato poi di come nel 1977 è arrivato in Italia, munito di visto da studente e di come, partendo dalle occupazioni più umili, si sia riscattato fino a diventare il titolare di un’azienda con 12 dipendenti. Oggi è un convinto e orgoglioso leghista e su mare nostrum insiste: “E’ una idiozia, non si fa così l’integrazione. Ci sono tanti immigrati che arrivano regolarmente e sono una ricchezza per il Paese”. E sul rapporto della Lega con l’ex ministro Kyenge, Salvini non ritratta: “C’è chi rosica, magari perché ha usato il colore della pelle per fare carriera. A noi il colore della pelle non interessa – conclude il leader – sono certo che farà più Iwobi per gli immigrati regolari in un mese di quanto la Kyenge non possa fare nella sua vita intera”  di Alessandro Madron