La famiglia Simpson

Le novità “funeree” della ventesima stagione dei Simpson
Da sempre i Simpson, pur essendo un cartone animato, sono la serie tv con più allacci e legami con la vita di tutti i giorni. La ventiseima stagione del cartoon, ha debuttato in America con due novità, entrambe, se vogliamo, un po’ funeree: la scomparsa di uno dei personaggi della serie (volutamente non vi dico chi, per risparmiarmi il linciaggio) e il ricordo della conduttrice televisiva Joan Rivers, morta un mese fa. La Rivers, come tante altre star dello showbusiness americano, aveva partecipato, dando la voce ad un personaggio disegnato con le sue fattezze, ad una puntata dei Simpson mandata in onda qualche anno fa. Il pezzo di quell’episodio è stato rimontato e riadattato per essere inserito nel debutto della nuova serie…

Torna “Scemo e più scemo”
Tra i film più “idioti” che però hanno fatto, in qualche modo, la storia del cinema, c’è sicuramente “Scemo più scemo”. Chi non si ricorda, infatti, la scena in cui il personaggio, interpretato da Jeff Daniels, lecca il supporto congelato di una seggiovia, rimanendoci attaccato con la lingua? Bene, se le avventure troppo stupide per essere vere dello stesso Daniels e del suo partner Jim Carey vi sono mancate, state tranquilli perché è in arrivo “Scemo più scemo 2”. Il problema è che, vent’anni esatti dopo l’uscita dell’originale, il sequel sembra tanto una brutta copia de “I soliti idioti” con la differenza che, per vederlo, si deve pagare il biglietto.

I lecca lecca alla marijuana che hanno rotto la monotonia di Enfield
Enfield è una piccola cittadina del Connectiucut, stato non lontano da New York. Come in tutti i paesi della provincia americana che si rispettino, anche ad Enfield non succede praticamente mai nulla, tanto che il quotidiano locale ha spesso in prima pagina notizie del tipo “Rubata bicicletta lasciata senza lucchetto”. In questi giorni però, da quelle parti, qualcosa è cambiato, dopo che una studentessa di prima, del locale liceo, ha distribuito ai suoi compagni di classe dei lecca lecca alla marijuana, non informando, pare,gli stessi, su che cosa contenessero i dolci. In poco più di mezzora, tra gli studenti che ne avevano assaggiati e consumati più di uno, gli insegnanti hanno cominciato a riscontare un cambio comportamentale abbastanza evidente, con un deciso crollo della soglia di attenzione degli stessi. Uno dei ragazzi è finito in ospedale per aver sbattuto la testa mentre saltellava in classe, mentre la sua compagna che aveva portato i lecca lecca a scuola, veniva sgridata e poi sospesa, ma non arrestata perché minorenne. Alla polizia locale ha poi dichiarato di aver ordinato e ricevuto i lecca lecca per posta, da un sito californiano.

iPhone 6

I jeans che impediscono all’iPhone 6 di piegarsi
Con l’uscita del iPhone 6, si è parlato tanto, in questi giorni, di come, il modello plus (cioè quello più grande) se tenuto nella tasca dei pantaloni, rischi di piegarsi. Una soluzione per questo ed altri problemi riguardanti gli smart phone e come metterli in tasca dei jeans, è arrivata puntuale da una piccola società texana che si è inventata l’ I/O denim, in pratica una serie di modelli di blue jeans, dotati di una tasca laterale sulla coscia, disegnata apposta per contenere il telefonini. ”Ci ho pensato – ha dichiarato il presidente della compagnia Anand Venkatrao – un giorno che ero in macchina, quando, per raggiungere il mio iPhone che avevo nella tasca dei pantaloni, quasi facevo un testa coda in autostrada”. In poche settimane l’idea è diventata realtà ed ora gli I/o denim sono già un piccolo successo di marketing (tra l’altro sono anche molto stilosi).

A San Francisco il ristorante che se ne frega dei giudizi dei clienti
Un ristorante di San Francisco ha deciso di dichiarare guerra, a modo suo, a tutti quei siti che pubblicano, senza controllarne la veridicità, i giudizi dei clienti su locali pubblici più o meno famosi. Entrando nel ristorante, una pizzeria decisamente alla mano, la prima cosa che ci si trova di fronte è una lavagna con una serie di scritte che potremmo definire dei veri e propri disclaimer: ”Non abbiamo la salsa ranchero, per il pane chiediamo un extra, non abbiamo l’aceto balsamico, non cambiamo i canali”. Il tutto prosegue poi, in modo diretto ma anche simpatico, con la scritta: ”Se ci portate la prova di aver scritto bene di noi su internet, vi faremo un sconto del 25% sulla prossima pizza”.

A Chicago presi i killer necrofili
Concludiamo con una storia che sembra davvero una trama di un telefilm, tipo “Criminal minds” o “CSI”. La polizia di un sobborgo di Chicago ha arrestato una coppia di ventiduenni, accusati di aver ucciso un’altra coppia di loro coetanei incontrata poco prima in un bar. Le due vittime sono state prima drogate con un drink e poi soffocate mentre guardavano la televisione. Fin qui, direte voi, un caso violento ma come tanti altri che abbiamo letto sui giornali di mezzo mondo. Ma questa volta, c’è qualcosa di più, che rende il duplice omicidio in questione diverso dalla routine di cronaca nera. I due arrestati hanno infatti ammesso di aver fatto sesso, per tutta la notte, sui cadaveri ancora caldi delle vittime, dichiarando anche di eccitarsi realmente solo in questo modo. Una specie di ammissione di colpa per eventuali altri omicidi simili irrisolti, sui quali adesso la polizia ha ricominciato ad indagare.