“I senatori del Pd tengono conto del voto della direzione del partito sul Jobs Act. L’unica regola democratica che conosco è che a dettare la linea è la maggioranza”. Così il capogruppo al Senato del Pd Luigi Zanda. “Non ritiriamo i nostri sette emendamenti”, ribatte però il senatore dem dissidente Miguel Gotor (esponente della minoranza di Area riformista, vicino a Bersani) che aggiunge: “Sull’articolo 18 abbiamo comunque apprezzato le aperture del governo”  di Annalisa Ausilio