Un morto e due feriti è il bilancio provvisorio del crollo di un solaio di una palazzina nella stazione Pietrarsa-San Giorgio a Cremano – tra i comuni di San Giorgio a Cremano e Portici – adiacente al Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa. 

Questa mattina cinque operai si sono presentati al cantiere. Due erano sul ponteggio all’esterno. Nella struttura, come informa una nota di Rfi, si stava procedendo alla demolizione di un solaio. Quindi la tragedia. Per Raffaele Di Francesco, 58 anni, di Qualiano, purtroppo non c’è stato nulla da fare. I feriti sono invece Andrea e Giuseppe Carusone: sono stati soccorsi e portati all’ospedale “Loreto Mare” di Napoli e sono fuori pericolo.

Sul crollo è stata aperta un’inchiesta della Procura della Repubblica di Napoli ed un’altra da parte della stessa azienda Rfi che ha espresso il cordoglio ai familiari dell’operaio deceduto. “Dalle macerie chiedevano aiuto”, racconta Ciro Sarno, 42 anni, che abita proprio nell’edificio che si trova di fronte alla stazione di Pietrarsa. “Mio padre ha sentito il crollo e subito si è precipitato sul posto. Ha cercato di tirare fuori dalle macerie due persone che gridavano aiuto e ci è riuscito. Purtroppo si è reso conto che per la terza persona non c’era nulla da fare”, aggiunge l’uomo ancora profondamente scosso per l’accaduto.