Qualcuno mi dice che dovrei dimettermi. Io credo che i giudici di quel Tribunale dovrebbero dimettersi”. Lo ha detto Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, intervenendo in Consiglio comunale. “Mio padre – ha proseguito – mi aveva fatto illudere che la magistratura potesse essere qualcosa di superiormente etico rispetto al resto. Invece facendo il magistrato mi sono reso conto con gli anni che la collusione, la corruzione, il sistema criminale non appartengono solo ai delinquenti di strada, né a pezzi della politica, ma la situazione è molto più grave. L’altro giorno vedevo casualmente che questa legge che vorrebbero applicare viene fatta dalla Severino, ministro della Giustizia, guarda caso difensore di una delle controparti nel processo di Roma, guarda caso la legge viene fatta proprio durante il processo di Roma. Io comunque vada farò il sindaco fino alla metà del 2016. Non ci faremo piegare da questa melassa putrida che mette insieme pezzi di Stato che non hanno il coraggio di venirti davanti e dirti io ti voglio abbattere”,  ha concluso De Magistris  di Andrea Postiglione