Una vera e propria mutua per combattere la ‘ndrangheta e il sistema della finanza speculativa. È questo l’obiettivo del movimento antimafia “Reggio non tace” e dell’associazione “Microdànisma” che hanno presentato il progetto della “Mag delle Calabrie“, una sorta di “banca etica“, la prima Mutua di autogestione del denaro che nascerà nel Sud Italia. Chi vorrà, potrà sottoscrivere le quote a partire da 25 euro che serviranno per il deposito di 600mila euro imposto dalla Banca d’Italia e per raccogliere i capitali per sostenere iniziative economiche solidali e culturali aventi un impatto ambientale e sociale positivo. A chi è impedito l’accesso al credito da parte delle banche si potrà rivolgere alla “Mag delle Calabrie”. Padre Giovanni Ladiana, di “Reggio non tace” non ha dubbi: “La Mag nascerà entro Natale. Uno dei modi con cui la ‘ndrangheta vince è tenere sotto scacco l’economia. L’idea è di finanziare i progetti di quei giovani che da soli non ce la possono fare”. “Si tratta di una sorta di cooperative che realizzano processi di finanza partecipata dal basso. – spiega Gianni Votano dell’associazione “Microdànisma” – Non è un’operazione commerciale orientata al lucro, ma si crea un circuito di solidarietà ed è finalizzata al rilancio dell’economia reale. Può essere considerato uno strumento di contrasto all’usura”  di Lucio Musolino