Il 15 settembre è stato l’anniversario della morte di Moana Pozzi: splendida donna, intelligente e libera. E’ stata argomento di discussione tra amici perché vidi un suo film e la trovai poco appassionata nell’arte della fellatio.

Oggi però non è di lei che voglio parlare ma dello sconosciuto mondo del sesso orale.
Sì perché è un’arte e si può imparare, benché, come dice un amico tombeur de femmes “oggi, a grandi linee tutte sanno farlo: conoscono la tecnica guardando i film pornografici, ma la donna a cui piace veramente è una rarità”. E non è un caso che nel frame del film Celebrity di Woody Allen, la domanda clou è “Ma le piace?”


 

Oltre all’entusiasmo, sono importanti anche “i mezzi” ovvero la lingua e le labbra.

C’è chi consiglia di fare esercizi di allungamento come tentare di toccarsi il naso con la lingua, provare a fare il nodo al gambo di una ciliegia tenendolo in bocca, immaginare di avere le labbra completamente spalmate di Nutella e leccare via tutto prima dal labbro superiore poi da quello inferiore, picchiettare le labbra corrugate con l’indice per scogliere le tensioni della bocca. Altro esercizio è porsi davanti allo specchio, tirare fuori la lingua al massimo senza toccare denti e labbra.

Per non parlare del controllo della mandibola (attenzione che tenuta nella stessa posizione per troppo tempo può procurare spasmi e dolore).
La lamentela maschile più comune è relativa all’uso dei denti e delle unghie. Per ciò che riguarda queste ultime c’è chi apprezza e dice: “se sono curate è bello farsi anche graffiare”. Sì, purchè siano limate a dovere, dico io. Lo sguardo, le mani, il seno, i capelli e le dita sono importanti quanto le labbra ma spesso le donne se lo dimenticano. 

Infine bisogna soffermarsi sull’importanza della respirazione per sciogliere le tensioni del collo, della mandibola, della gola e sulle posizioni più efficaci per dare più piacere possibile al partner.

Detto questo vi informo che anche in Italia , dopo la scuola di sesso orale aperta a Mosca nel 2012, si iniziano ad organizzare corsi seri e senza uomini: lezioni di anatomia, esercizi linguali davanti allo specchio e tanta voglia di migliorarsi per dare piacere sublime al proprio uomo. Appena mi comunicano dove, ve lo dico.

Venite a trovarmi anche sul mio sito www.sensualcoach.it