“Dobbiamo prima esaurire le graduatorie che già ci sono, per correttezza. Poi resterà il concorso lo strumento per accedere all’insegnamento”. Così Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme, rassicura gli insegnanti durante la visita alla scuola elementare Mameli, a Laterina (Arezzo), per l’inaugurazione dell’anno scolastico. Ma in agenda ci sono numerosi impegni per il governo e la Boschi annuncia: “Tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre potremo approvare al Senato la riforma sul lavoro”. In programma poi anche aumento di lavoro per i parlamentari: “Chiederemo la disponibilità a lavorare un po’ di più durante la settimana. Oggi – afferma – l’attività è concentrata in due giorni e mezzo durante la settimana. Da qui alla fine dell’anno gli appuntamenti in aula sono tanti e abbiamo un lavoro serio da fare. Ed è normale che si possa lavorare di più”  di Max Brod