Uccide il padre colpendolo con le forbici, nella loro abitazione di Verbania, al culmine di un litigio. L’omicidio è avvenuto in una casa del quartiere Renco. Molte le ferite da taglio rinvenute sul corpo Gianni Tosi, 78 anni; sembra che il figlio, Danilo, che è stato fermato, abbia problemi psicologici.

Adesso il 48enne è piantonato nel reparto di igiene mentale dell’ospedale Castelli di Verbania. Sul luogo dell’omicidio è arrivato il sostituto procuratore Nicola Mezzina, che coordina le indagini dei carabinieri. Sul posto anche il comandante provinciale dell’Arma, colonnello Luca Politi.

Padre e figlio vivevano insieme. I vicini di casa descrivono l’arrestato come una persona “taciturna e solitaria”. L’uomo era caduto in depressione da alcuni mesi, da quando era rimasto senza lavoro. E’ quanto emerge dai primi accertamenti effettuati dagli investigatori dei carabinieri, che indagano sul delitto.