La nuova lady Pesc Federica Mogherini dal palco della Festa nazionale de l’Unità a Bologna torna a sostenere la necessità di un dialogo con l’Iran: “Credo che sia arrivato il momento che i diversi poteri della regione medio orientale si parlino e trovino da soli dei terreni di cooperazione, con il nostro sostegno e soprattutto senza il nostro veto”. Federica Mogherini, che a ottobre entrerà in carica come nuovo Alto rappresentante per la politica estera dell’Unione europea, ricorda un fatto recente da lei considerato “di portata storica”: “Il vice ministro degli esteri iraniano ha incontrato il ministro degli esteri saudita”, ha detto la titolare della Farnesina ormai alla fine del suo mandato nel governo Renzi. “Il dialogo tra i paesi del Medio Oriente – ha concluso – potrebbe essere la chiave per risolvere i problemi in quella regione”. Mogherini ha poi parlato della tregua in Ucraina: “Stiamo lavorando perché regga. Il Consiglio europeo ha concluso ieri sera la preparazione di un ulteriore pacchetto di sanzioni per la Russia”. Ma il ministro spiega che per ora le sanzioni ancora non sono entrate in vigore: “La decisione verrà presa nei prossimi giorni anche e soprattutto in considerazione di ciò che accadrà nelle prossime ore e della tenuta della tregua”. Infine lady Pesc ha parlato anche del caso dei due marò  di David Marceddu