“Credo che la Polizia abbia tutte le ragioni per fare questa protesta. Credo che il governo debba rendersi conto che se vuole davvero cambiare questo Paese ha bisogno di investire sul lavoro”. Così Maurizio Landini, segretario nazionale della Fiom-Cgil, che – a margine dell’inaugurazione di ‘Fiumana’, la festa della Fiom di Torino – ha anche annunciato che i metalmeccanici saranno in piazza accanto ai poliziotti se questi decideranno di scioperare contro il blocco degli stipendi. “Uno dei problemi che ha i nostro paese è che abbiamo uno dei livelli salariali più bassi d’Europa -continua il sindacalista- non si può ridurre ulteriormente i salari e di cancellazione dei contratti”  di Cosimo Caridi