The Council of Birds di Timm Kröger, con Andreas Conrad, Christian Blümel

1929, il maestro di musica Paul Leinert riceve una lettera inaspettata dal vecchio amico Otto Schiffmann, un talentuoso compositore fuggito da Berlino dopo un matrimonio fallito. Il giovane lo invita a fargli visita nella sua casa nel bosco, dove ha finalmente partorito la nuova sinfonia: Paul accetta, e porta con sé la moglie e un collega. Arrivati a destinazione, di Otto non v’è alcuna traccia: solo gli uccelli cantano in modo strano… In concorso alla Settimana della Critica, “Il consiglio degli uccelli” è il saggio di diploma del 28enne tedesco Timm Kröger: anche non dovesse incassare il Leone del Futuro alla Mostra, ne risentiremo parlare, perché ha occhio fino e cuore largo.

Wagner, panteismo, romanticismo: un triangolo nel bosco da cui non si esce, ma è un piacere. Quasi inusitato: contemplazione estatica, introspezione umanissima, abbandono al mistero, Zerrumpelt Herz (titolo originale) è un’opera prima e, soprattutto, prima inter pares. Dunque, uccelli da Leone?

Il Fatto Quotidiano, 4 Settembre 2014