Il Ministro allo Sviluppo economico Federica Guidi ha parlato di approvvigionamento energetico al Parlamento europeo. “La fornitura di gas resta una priorità. Sarebbe sciocco non ammettere di non essere preoccupati per le ritorsioni di Putin, d’altronde gli effetti delle sue contromisure alle sanzioni europee si stanno già sentendo”. Per questo la Guidi confida in una “soluzione negoziata e diplomatica” e dice che “tutti gli Stati membri saranno chiamati a sostenere le ripercussioni economiche di queste contromisure”. Secondo il ministro l’Europa deve lavorare per “una diversificazione energetica anche per una questione di sicurezza”  di Alessio Pisanò