Anche l’ex sottosegretario Pierluigi Bersani, ospite nella libreria della Festa nazionale dell’Unità, in corso a Bologna, chiede un Partito democratico più attivo. Venerdì aveva detto che “avere il segretario impegnato a fare il primo ministro, non aveva giovato al partito“. Stefano Fassina, nonostante il 40% alle ultime elezioni, ribadisce: “Certamente la cosa non aiuta. Dobbiamo condividere la necessità di rilanciare il Pd che nell’ultimo anno e mezzo ha vissuto passaggi significativi. Dobbiamo reinvestire sul partito. Dobbiamo farlo tutti insieme, perché – prosegue – il governo da solo non ce la fa e il Pd non può essere solo quello che organizza delle primarie. Una fase si è chiusa”. Poi l’economista e deputato Pd incalza il premier Matteo Renzi sull’economia: “Serve una manovra espansiva e bisogna sforare il rapporto del 3% almeno per qualche tempo per rilanciare l’economia”  di David Marceddu