Deludente esordio dell’Italia ai Mondiali di pallavolo in Polonia. La Nazionale di Mauro Berruto è stata sconfitta per 3-1 dall’Iran con parziali di 25-16, 23-25, 25-21, 24-22. Un ko arrivato al termine di una gara giocata con molti alti e bassi, in cui Birarelli e compagni non sono riusciti ad esprimersi sul loro livelli. Berruto ha schierato Buti nel sestetto di partenza confermando la diagonale Travica-Zaytsev, Kovar e Parodi banda, Birarelli al centro, Rossini libero. Nel corso del match ha fatto ricorso alla panchina inserendo Michele Baranowicz in regia nel finale del terzo set. E poi dal 13-16 del quarto Filippo Lanza al posto di Parodi. L’inizio del Mondiale degli Azzurri è davvero da dimenticare. Entrati in campo contratti, imprecisi in ricezione, fragili in attacco sono andati in difficoltà davanti ad un Iran ben disposto a muro, generoso in difesa, concreto in attacco. L’Italia in svantaggio di sei lunghezze (6-12), ha provato a riavvicinarsi, senza troppi risultati (13-16), cedendo nel finale 25-16.

Al rientro in campo la squadra di Berruto è apparsa ancora ‘convalescente’, ma più serena e dopo aver controllato l’avversaria, ha allungato 18-14. Cresciuto il rendimento della difesa, dove il libero Rossini ha fatto una gran parte, ritrovato il braccio ‘pesante’ di Zaytsev, gli Azzurri hanno riportato il match in equilibrio imponendosi 25-23. Il terzo set è stato equilibrato inizialmente, poi l’Italia ha piazzato il primo break con Travica protagonista a muro. Gli Azzurri hanno dato la sensazione di poter allungare e lo hanno fatto sul 19-16, poi il loro gioco si è fermato, l’Iran ha recuperato ed allungato riportandosi in vantaggio grazie al 25-21. Nel quarto la squadra di Berruto è partita con una ‘fiammata’ che l’ha portata sul 5-2, ma poi il suo ritmo è ancora calato. Dopo la metà del parziale il sestetto di Kovac ha allungato inesorabilmente ed ha portato a casa il successo, nonostante un tentativo di rimonta tricolore culminato con l’annullamento di due match-point.

“L’Iran ha meritato di vincere perché ha giocato meglio di noi, in una gara che non ha fatto vedere un gran gioco. Sia noi che non siamo riusciti ad esprimere tutto il potenziale di cui disponiamo. La differenza nel punteggio l’ha fatta la loro capacità di chiudere la maggior parte degli scambi più lunghi”. E’ l’analisi di Mauro Berruto, commissario tecnico della Nazionale di volley, dopo la sconfitta. “Analizzando la gara possiamo dire che l’Italia ha sbagliato una gara che era importante perché la prima del Mondiale”, aggiunge il tecnico. “E ovviamente non si tratta di un alibi perché era la prima gara per noi, ma anche per gli altri. Dobbiamo gestire meglio questi momenti e giocare meglio. L’atteggiamento giusto arriva quando la qualità del gioco è migliore. Non abbiamo dubbi che possiamo fare molto meglio di quello che abbiamo fatto”. “I tre punti che non abbiamo in classifica, per ora pesano – aggiunge Berruto – ma credo che il girone sarà equilibrato e la classifica la dovremo guardare alla fine. Abbiamo la necessità assoluta di fare punti dalla prossima gara con la Francia, ma anche di trovare il nostro gioco”.