Si sente “stabilissimo” il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti (Pd), che dal Meeting Cl di Rimini ha smentito l’esistenza di divergenze con il presidente del Consiglio Renzi. “Io marginalizzato?Assolutamente no. Con il premier ci siamo sentiti anche ieri”. Poletti ha poi parlato di articolo 18, chiedendo di evitare il “braccio di ferro, senza impiantare un discorso complessivo di riforma del mercato del lavoro”, e dell’ipotesi di un atto di solidarietà nel sistema previdenziale, circolata nelle scorse settimane. “Lo ribadisco: non è previsto alcun intervento sulle pensioni nella Legge Stabilità” ha assicurato il ministro  di Giulia Zaccariello