Nessuna apertura al governo e nessuna scomunica delle parole di Alessandro Di Battista sui terroristi. Beppe Grillo sul suo blog prende le distanze dalle parole della deputata M5S Laura Castelli che in un’intervista a il Fatto Quotidiano ha lasciato aperta la possibilità di sostenere l’esecutivo su alcune misure urgenti per l’economia, dall’abolizione dell’Irap e di Equitalia fino al reddito di cittadinanza. La notizia è stata poi ripresa dal giornale online “Giornalettismo” con il titolo ‘La 5 stelle Laura Castelli apre a Renzi e bacchetta il collega Di Battista (e nessuno ve lo dice!!)’. Parole “sconfessate” dal sito del fondatore a 5 Stelle.

“Il Movimento 5 Stelle non apre a Renzie”, si legge sul blog,non bacchetta Di Battista e non è pronto a votare nessuna misura urgente per l’economia insieme a lui. Chi afferma il contrario non ha capito nulla del M5S. Si raccomanda ai parlamentari di rilasciare il minor numero possibile di interviste ai giornali in quanto vengono sistematicamente stravolte cambiando il titolo rispetto al contenuto”. Il leader del M5s chiude le porte ad ogni possibilità di dialogo. Se nei mesi scorsi i 5 Stelle si erano seduti al tavolo con il Partito democratico per valutare una collaborazione sulle riforme, ora il clima è cambiato. “Basta tavoli”, aveva detto Grillo incontrando i suoi a fine luglio. E così ribadisce la propria chiusura. Poche ore prima c’era stata anche la dura condanna della riforma della giustizia: la delegazione grillina non incontrerà più il ministro della Giustizia Andrea Orlando.