Evviva! Hanno scoperto la formula. Possiamo addirittura calcolarlo. E tutto grazie al nuovo ct della nazionale. È bastata la firma del contratto per centrare il primo successo. Sì, la matematica può calcolare gravità, velocità, accelerazione. Tutto. Ma gli italiani grazie a un semplice esperimento sono riusciti a trovare una formula più utile di quella di Einstein. Altro che E = mc ²! Chissenefrega dell’universo, delle stelle. Qui parliamo di cose concrete.

Da oggi sarà possibile misurare un fenomeno sempre più frequente nella vita quotidiana: il giramento di balle. Gli studiosi lo hanno battezzato Gst (giramento stroboscopico dei testicoli). La scoperta, come per la mela di Newton, non è avvenuta in laboratorio, ma osservando quell’inesauribile miniera che è la realtà: si narra che tutto sia avvenuto mentre il professor Bartolomeo Pistalozzi da Pinerolo stava guardando il tg. A fargli accendere la lampadina due notizie, apparentemente scollegate: il taglio delle pensioni e l’ingaggio da 10 milioni per Conte. Pistalozzi, luminoso esempio del genio italico, fatto di concretezza e fantasia, ha immediatamente notato nei telespettatori il fenomeno di Gst crescere in misura esponenziale – fino a giungere alla sublimazione, la riduzione in vapore degli elementi osservati – mentre la telecronista si soffermava sul compenso destinato a Conte. Posto che il nuovo ct guadagnerà 8, 2 milioni (netti) per due anni più altri due milioni di premi, Pistalozzi ha osservato che i giramenti al secondo su un cittadino medio si potevano calcolare semplicemente dividendo lo stipendio di Conte per il proprio e moltiplicando per 9, 81. Una formula adattabile a qualsiasi cittadino.

Dal comune mortale all’uomo più potente della terra. Partiamo proprio da Obama che “allena” 240 milioni di americani: posto un reddito di 700 mila euro per due anni, cioè circa un tredicesimo di Conte, l’inquilino della Casa Bianca svilupperà un Gst di 140 joule (unità di misura che calcola l’energia, il lavoro e il calore). Per restare a casa nostra, Matteo Renzi, che guadagna 114 mila euro (lordi) toccherà il picco di 860 joule. Un pilota di Boeing 777, che ha in mano la vita di 300 persone, sfiora i 700 joule. Un medico di corsia sfora il tetto dei mille joule. Per non parlare dell’operaio metalmeccanico medio che toccherà i 3. 200 joule (3, 2 kilojoule di giramento di balle). Uno schiaffo alla miseria? Carlo Tavecchio ha già ipotizzato tagli drastici. A Conte? Macché. Visto che il ct guadagna da solo come il premier, i presidenti italiano e americano, gli amministratori di Ferrovie, Poste e il capo della Polizia messi insieme, si potrebbero riunire in lui tutte le cariche. Intanto lavorerà dieci giorni al mese per salvare la Nazionale. Negli altri si dedicherà a salvare il mondo.

Dal Fatto Quotidiano del 25 agosto 2014