“La città dei due mari non può continuare a essere la discarica dei veleni italiani. Un’altra Taranto è possibile”. Ne è convinto Angelo Bonelli, co-portavoce nazionale dei Verdi e consigliere comunale del capoluogo ionico, che questa mattina ha presentato il piano di riconversione industriale da inviare al presidente del consiglio Matteo Renzi. Istituzione di un’area “No Tax” per attrarre investimenti, potenziamento del porto e dell’aeroporto per scopi civili e commerciali, recupero del centro storico, sono solo alcuni dei punti contenuti nel piano che , secondo l’esponente ecologista, “potrebbe costituire un New Deal per l’economia di Taranto e dell’intero Paese”  di Stefano Spinelli