Rabbia e frustrazione sono i sentimenti più diffusi tra gli abitanti degli alloggi popolari in via Abbiati, a due passi dallo stadio Meazza in San Siro a Milano. “Ho paura anche ad andare al lavoro perché potrebbero occuparmi la casa“, denuncia una signora. Così, l’arrivo del segretario della Lega Nord Matteo Salvini diventa l’occasione per sfogarsi: “Questa casa è stata occupata tre volte”. “Ognuno deve fare la sua parte – ha detto il politico – sia il Comune che Aler (l’ente che gestisce le case popolari, ndr) si devono svegliare”. Proprio nei prossimi mesi, il consiglio regionale discuterà della riforma delle tredici Aler in un’unico ente regionale  di Francesca Martelli