“I promessi sposi” possono ben valere un caffè. I gestori del bar Caffeina, a Lecco, hanno ideato una serie di iniziative per invogliare i passanti a entrare e fermarsi al bancone. I baristi offrono una tazza a chi accetta una sfida, ogni giorno diversa. Per “strizzare un occhio ai locali”, come spiega la barista Alessandra Gagni, i titolari del locale hanno invitato i clienti a portare un volume de “I promessi sposi” e a cantare “O mia bela madunina”. “Siamo a Lecco, la patria dei Promessi sposi. Non potevamo non farlo”, dice la barista. Ma le “sfide” del Caffeina non finiscono qui: si sono guadagnati un caffè gratis quanti hanno saputo dire il nome dei sette nani, si sono portati una tazzina da casa o hanno azzeccato il numero di chicchi di caffè in un barattolo  di Stefano De Agostini