Marcello Clarich è il nuovo presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena. Dopo tre mesi di fumate nere e una riunione durata cinque ore la Deputazione generale, organo di indirizzo di Palazzo Sansedoni, è riuscita in extremis a nominare il successore di Antonella Mansi, che in maggio aveva annunciato di non essere disponibile per un secondo mandato, e la nuova deputazione amministratrice. Evitando così il rischio di un commissariamento da parte del Tesoro. Clarich è professore ordinario di diritto amministrativo nella Facoltà di giurisprudenza dell’università Luiss e avvocato cassazionista. Si è laureato a Pisa, dove ha anche frequentato la Scuola superiore S. Anna, e ha insegnato all’università di Siena come associato e professore straordinario e ordinario fino al 1999. Dal 2012, su nomina di Bankitalia, svolge il ruolo di commissario straordinario dell’Istituto per il credito sportivo. Da quest’anno è anche nel Consiglio di gestione della Sidief, la società che gestisce immobili di proprietà di via Nazionale. 

Nella deputazione amministratrice della fondazione, scesa al 2,5% del capitale di Banca Monte dei Paschi, entrano Bettina Campedelli, già componente della deputazione generale e fino all’ultimo tra i candidati alla presidenza, Giovanna Barni, Alessandro Fabbrini e Marco Frigerio. Confermato il collegio dei sindaci composto da Luigi Borrè, indicato dal ministero dell’Economia, Marco Grazzini e Filippo Mascia. Per tutti il mandato è di quattro anni.