“Non è più ammissibile l’uso della fede e della religione per legittimare la ‘ndrangheta”. Con queste parole la presidente della Commissione parlamentare antimafia Rosy Bindi si è complimentata con il maresciallo Andrea Marino, il comandante della stazione di Oppido Mamertina che il 2 luglio scorso ha abbandonato la processione della Madonna, quando la statua si è inchinata per omaggiare l’anziano boss Giuseppe Mazzagatti. “Il comportamento del maresciallo Marino – ha detto – è stato esemplare”. La Bindi stamattina è stata anche nei campi della Valle del Marro confiscati alla ‘ndrangheta e gestiti da Libera. “La nostra presenza qui – ha sottolineato – è il segno di una politica che non ha sottovalutato”   di Lucio Musolino