Antonio Razzi, secondo indiscrezioni, diventa attore. Lo afferma la tv locale abruzzese Rete 8, secondo cui il senatore di Forza Italia potrebbe essere protagonista di un film con Lino Banfi e Robert De Niro. Il lungometraggio sarebbe diretto da Sergio Martino, che ha convocato il parlamentare per un colloquio informale. Nel frattempo, Razzi, ai microfoni dell’emittente, si pronuncia su Maurizio Crozza: “Io e lui molte volte ci scambiamo i ruoli, devo dire che ho sentito che in tutta Italia va facendo spettacoli e la gente chiede la mia imitazione. Ma sicuramente quando io vedo lui in tv mi muoio dal ridere anch’io”. E sul Cavaliere osserva: “Sull’assoluzione di Berlusconi c’è “stato” la verità, che è venuto a “gallo”. E questo non fa piacere solo a me, ci mancherebbe” – continua, rivolgendosi alla giornalista che lo intervista – “ma anche a lei e a tutti i telespettatori che oggi sono sicuramente felici di questa assoluzione. Magari se veniva condannato, facevamo ridere il mondo”. Razzi continua: “A lui dovrebbero ridare non un passaporto, ma due passaporti e mandarlo addirittura in missione proprio per riappacificare Israele e Palestina, specialmente in Medio Oriente, ma specialmente anche lì, in Ucraina, visto che con l’amicizia che c’ha con “Putìn” sicuramente solo lui riuscirà a far fare la pace a tutti questi Paesi