“Non c’è un muro contro muro come scrivono i giornali. Stimiamo il ministro della Giustizia Orlando, ma siamo profondamente delusi dalle norme presentate”. Così il senatore di Forza Italia, Francesco Nitto Palma, durante una conferenza stampa presso la sala Nassirya di Palazzo Madama sui temi della giustizia, commenta l’incontro di ieri tra la delegazione berlusconiana e il ministro Andrea Orlando. Molte le critiche alle schede sul provvedimento presentate dal titolare del dicastero di via Arenula. “Sul processo civile bisogna andare avanti, anche se abbiamo riscontrato diversi errori tecnici. Ma sul penale non ci siamo: manca un provvedimento sulle intercettazioni, norme contro il correntismo politico in magistratura e la responsabilità civile dei magistrati” aggiunge Palma. Forza Italia è contraria anche a una nuova formulazione del reato del falso in bilancio: “Non serve, l’attuale configurazione è stata approvata dalla Corte di Cassazione fino a quella Europea”. Alla domanda se lo stallo sulla giustizia sia dovuto ai diktat di Berlusconi contenuti nel patto del Nazareno, Palma risponde: “La giustizia non è tema dell’accordo, noi siamo liberali non poniamo nessun diktat, siamo pronti a discutere ma su norme e testi reali”   di Irene Buscemi