Un gazebo bianco e dei tappetini per inginocchiarsi e pregare: lo shopping center di Serravalle Scrivia (Alessandria) ha pensato a questa struttura per permettere ai suoi visitatori di pregare. “Non chiamatela mini-moschea”, dice Daniela Bricola, manager della struttura piemontese, per prevenire le polemiche che in zona ha suscitato l’iniziativa. Le scritte in arabo danno il benvenuto all’area “di meditazione”, e i turisti di fede musulmana sembrano gradire la soluzione: “In Italia non avevamo mai visto una cosa simile”  di Francesca Martelli