Passo indietro di Rupert Murdoch su Time Warner. Lo ha annunciato lo stesso “squalo” australiano dei media sostenendo che il gruppo americano che tra il resto controlla la Cnn “si è rifiutato di esaminare la proposta”. La 21st Century Fox, la società che fa capo a Murdoch, il mese scorso aveva offerto 80 miliardi di dollari in contanti e azioni che però Time Warner aveva respinto. La società ha quindi deciso di donare denaro ai propri azionisti attraverso l’acquisto di 6 miliardi di dollari di azioni proprie nei prossimi dodici mesi.

Il ritiro dell’offerta è arrivato a sorpresa a sole tre settimane dalla sua presentazione, nonostante le continue indiscrezioni su un rilancio che però non è arrivato e rappresenta un brusco cambio di strategia oppure un’inedita sconfitta per l’83enne Murdoch che non è riuscito a convincere la controparte ad avviare dei negoziatiIn un comunicato il tycoon australiano ha spiegato come, nonostante unire la 21st Century Fox e Time Warner avesse senso, quest’ultima abbia fermamente respinto la richiesta. “La nostra proposta di acquisto aveva un forte significato strategico ed era molto convincente. Tuttavia, il management e il board di Time Warner hanno rifiutato di impegnarsi con noi per esplorare un’offerta molto interessante – ha detto Murdoch -. Inoltre, gli effetti sul prezzo delle nostre azioni dal momento in cui la proposta è stata presentata hanno sottovalutato il nostro titolo rendendo l’operazione poco attraente per gli azionisti Fox. Questi fattori ci hanno portato a ritirare la nostra offerta”.

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa americana Bloomberg, fin dal momento del lancio dell’offerta i vertici del gruppo Murdoch hanno valutato il rilancio e sono arrivati molto vicini a farlo. In particolare, scrive l’agenzia “stavano soppesando una nuova proposta da 95 dollari per azione (contro i precedenti 90)”, ma hanno fatto dietro front alla luce delle reazioni del titolo 21st century Fox che era crollato dell’11% per riprendere quota solo martedì quando, in scia alla notizia del ritiro, ha guadagnato il 6,6 per cento. Movimento opposto per Time Warner che nel periodo dell’offerta ha guadagnato il 20 per cento per poi crollare del 10 per cento con l’uscita di scena di Murdoch.