Migliaia di bagagli ammucchiati che dovevano partire con i voli Alitalia o essere consegnati a chi, con Alitalia era arrivato a Roma. Valigie che non sono arrivate ai proprietari: è questo che l’amministratore delegato di Etihad, James Hogan ha visto martedì mattina arrivando a Fiumicino. Decine di carrelli con valigie con l’etichetta AZ, ammucchiati alla rinfusa nel padiglione installato due anni fa nello scalo romano. Lo sciopero è conseguenza della tensione salita in coincidenza dell’ufficializzazione della procedura di mobilità, rimasta pressoché invariata nel pomeriggio e in serata. Uno sciopero bianco, indetto dalle maestranze che hanno deciso di seguire alla lettera tutte le procedure per lo smistamento bagagli e quindi rallentare la consegna. Già da 48 ore, infatti, è stata messa in scena la loro silenziosa protesta