Prove tecniche di coalizione alla festa della Lega Nord di Cervia, in provincia di Ravenna. Domenica 3 agosto, un dibattito ha unito sullo stesso palco le diverse anime del centrodestra, ex alleati ed ex compagni di partito. Oltre al segretario del Carroccio, Matteo Salvini, hanno partecipato Nunzia De Girolamo, capogruppo alla Camera per Ncd, Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, e Raffaele Fitto, europarlamentare di Forza Italia. Obiettivo: rimettere insieme i cocci e discutere di un’ alleanza in vista di eventuali elezioni anticipate al 2015, lasciandosi alle spalle i dissidi e gli scontri, anche feroci, degli ultimi anni. “Questo è un tentativo di capire se esiste un’ alternativa a Renzi o se il centrodestra è morto” ha spiegato il padrone di casa, Salvini. Per tutti la parola d’ordine è primarie. “La reunion con Forza Italia è possibile perché quella è la nostra casa” ha ammesso la De Girolamo, che insieme a Maurizio Lupi fa parte dell’ala dialogante del partito di Alfano. “Berlusconi potrà ritagliarsi un nuovo ruolo, ma il leader dovranno sceglierlo gli elettori”. Sui possibili nomi però nessuno ha voluto sbilanciarsi. “Io candidato? Non sono all’altezza” ha tagliato corto Salvini  di Giulia Zaccariello