Incastrati da un filmato che lo stessi hanno girato. La vicenda paradossale è avvenuta a bordo di una delle tante carrette del mare quando i due presunti trafficanti, un tunisino e un marocchino, hanno pensato bene di immortalare qualche immagine del peschereccio con a bordo quasi 400 migranti mentre facevano rotta verso la Sicilia. Una volta tratti in salvo e trasportati a Pozzallo, i due sono stati arrestati dalla Polizia di Ragusa proprio grazie a quel video