La bagarre di ieri in Senato si ripercuote nella giornata di oggi. Tante le polemiche sull’istituto del canguro, quello che permette di precludere la discussione di emendamenti simili e correlati ad uno bocciato in Aula. Il presidente Pietro Grasso (Pd) convoca la Giunta per il regolamento per valutare la decisione presa nella seduta di ieri pomeriggio e sospende la seduta. “E’ un istituto previsto nel regolamento del Senato, non viene definito canguro, ma è stabilito dalle norme” afferma Rita Ghedini, senatrice del Pd. “L’ostruzionismo è legittimo ma qui si sta andando oltre, spero si torni al più presto alla sostanza delle cose” aggiunge la parlamentare democratica. “Grasso ha perso autorevolezza, è il presidente del Pd non del Senato, ieri la maggioranza ha violentato l’Aula come se fosse una fanciulla indifesa” sostiene il senatore pentastellato Sergio Puglia.”Non stiamo parlando di leggi ordinarie ma di riforme costituzionali, quello che è successo ieri è un esempio della deriva anti-democratica” aggiunge.  “Noi legati alla poltrona? Renzi non ha mai lavorato in vita sua e si permette di definirci dei cadregari – è il pensiero del capogruppo della Lega Nord, Gian Marco Centinaio – quello che sta succedendo in Aula è colpa della sua arroganza, il buonsenso porterebbe ad un confronto tra le parti”  di Irene Buscemi