“Si vota, si vota, si vota, abbiamo buttato una mattinata”. Lo dichiara Maurizio Sacconi, il capogruppo del Nuovo centro destra al Senato uscendo dalla Capigruppo convocata prima delle tre. Falliscono i tentativi di mediazione tra l’opposizione e il governo, si va al voto in Aula a partire dagli articoli uno e due, quelli più spinosi sulla nuova composizione dell’organo di palazzo Madama. “Le proposte di Sel e del M5s erano irricevibili, non c’è stata nessuna disponibilità da parte loro a modificare il comportamento parlamentare” chiosa il senatore di Ncd. Sarà muro contro muro dunque, con l’incognita del voto segreto  di Irene Buscemi