Per Paolo Romani, capogruppo di Forza Italia al Senato, la colpa dell’impasse di oggi al Senato è imputabile all’ostruzionismo di Sel e M5s. Ma punta il dito anche verso il presidente Pietro Grasso e la sua decisione di scorporare alcuni emendamenti per sottoporli a voto segreto. “Con questo ritmo non riusciremo ad approvare la riforma nemmeno a Capodanno“, afferma e poi continua: “forse è giusto chiedere un parere alla Giunta per il regolamento”. “Il Pd non ha paura del voto segreto, ma su questioni di fondo è giusto votare in maniera palese, in modo trasparente verso i cittadini” sostiene Giorgio Tonini, senatore del Pd. “E’ il M5s che ha cambiato idea ed è incorrente” aggiunge. “Questa sarà una riforma devastante e autoritaria” commenta il senatore del m5S Roberto Cotti, che poi ironizza: “L’unico aspetto positivo è che i treni arriveranno in orario” di Irene Buscemi