Dopo l’incidente ci siamo attivati affinché questo tipo di cosa non succedesse più, abbiamo fatto in modo che tutti i passeggeri siano resi partecipi delle operazioni di sicurezza sulle navi, abbiamo istituito un centro operativo di flotta per controllare in tempo reale ognuna delle nostre navi”. Così Michael Thamm, ad di Costa Crociere risponde a chi potrebbe avere ancora dubbi sull’affidabilità della sua compagnia dopo il tragico naufragio della Concordia. In merito poi alla selezione dei comandanti che guidano e guideranno le navi di Costa, spiega: “Per quanto riguarda il processo di selezione di tutti gli ufficiali, abbiamo istituito un sistema completamente diverso di formazione, accompagnandoli durante la loro carriera anche con sostegno psicologico” di Max Brod