Il direttore di Rai3 Andrea Vianello esclude un altro volto “storico” della rete. Dopo l’addio di Licia Colò (Rai3), nella prossima stagione non ci sarà più neanche Anna La Rosa, giornalista e conduttrice di TeleCamere. Sui comodi divani del talk tv della La Rosa si sono seduti i politici di centrodestra e centrosinistra di parecchie legislature. Ma anche grossi dirigenti di Stato e imprenditori. Spesso per essere celebrati e autocelebrarsi. Ai microfoni de ilfattoquotidiano.it, la giornalista parla di un fulmine a ciel sereno: “Non so cosa sia successo, sono amareggiata, non abbiamo mai avuto scontri. Il programma è low cost, credo che costi sui 5.300 euro. E’ una decisione legittima, ma mi è dispiaciuto che Vianello, che è anche un amico, non me lo abbia detto mesi fa, sono venuta a saperlo nei corridoi. Tra l’altro – afferma – un po’ di tempo addietro mi aveva detto che gli sarebbe piaciuto che mi occupassi di politica anche di estate, fino a una settimana fa pensavamo a uno studio più moderno, non potevamo immaginare. Comunque gli ho parlato – continua -, anche se avrebbe dovuto cercarmi lui e in maniera ‘energica’, non sono stata tenera, quello che ci siamo detti resta tra me e lui, gli ho chiesto di trovare una collocazione per le persone, molto valide, che da vent’anni lavorano con me. Io da 28 anni sono dirigente di questa azienda, mi sento di appartenere alla terza rete e spero di essere ricollocata proprio a Rai3″. Contattato telefonicamente per una replica, il direttore Vianello non ha risposto  di Chiara Carbone e David Perluigi