Berlusconi avrà scambiato la diciasettenne per una maggiorenne. Sarà andato con un paio di ragazze forse non maggiorenni… 17 anni“. E’ una delle confidenze rivelate dall’ex direttore del Tg4, Emilio Fede, al suo ex personal trainer, Gaetano Ferri, in una conversazione tenutasi il 29 luglio 2012 (leggi l’articolo integrale di Davide Milosa). Si parla dell'”affaire” Ruby e il giornalista puntualizza che mancavano solo 3 mesi perché la giovane marocchina diventasse maggiorenne e che già si prostituiva da tempo. Poi si parla della notte del 27 maggio 2010, quando l’ex premier telefonò al capo di gabinetto della questura di Milano perché Ruby venisse rilasciata. “Io non so come sia stata la faccenda” – si sfoga Fede – “però anche lui (Berlusconi, ndr) avrebbe potuto aiutarla ma da lontano, dicendo: ‘Datele una mano, fatela stare in una comunità’. E invece lui scopava, e scopavano…“. E aggiunge commenti sull'”obolo” versato dal Cavaliere mensilmente alle olgettine: “Lui disse:‘Sono debole da quel punto’. Però ha messo tutti quei 2500 euro. Sono soldi, sono 7, 8, 9 (ragazze, ndr)… sono tante. E ha comprato anche una casa, eh“. L’ex direttore del Tg4 continua: “Io gli dicevo: “Sono molto giovani, non esagerare, ma lascia perdere. Non te le togli più di torno“. Guarda, io sono stato un amico vero. E dopo un po’ hanno detto che potevo anche speculare… ma quale speculare?”. E conclude: “Quel cacchio lì di… come si chiama… di Lele Mora. Lui è stato un mascalzone, un mascalzone, un vero mascalzone, un mascalzone nel senso reale” di Gisella Ruccia