Un video e un hashtag per ricordare la strage di via d’Amelio e per promuovere le iniziative organizzate dalle Agende Rosse, da il Fatto Quotidiano e da ‘Antimafia 2000‘ in occasione del 22° anniversario della strage che uccise il giudice Paolo Borsellino e gli agenti della scorta Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Cittadini, artisti, musicisti e giornalisti spiegano perché andranno in via d’Amelio il 19 luglio, utilizzando l’hastag #vadoinviadAmelioperché. Da chi spiega di andarci perché “non dimenticherà mai Monte Pellegrino piena di fumo”, a chi ci andrà “perché vuole sostenere in vita il pm Nino Di Matteo”. Nel video anche Salvatore Borsellino: “Vado in via d’Amelio – dice – perché voglio impedire che vengano degli avvoltoi per controllare che Paolo sia davvero morto in modo da non dargli fastidio”  di Giuseppe Pipitone