E’ il giorno delle arringhe difensive nel processo d’Appello Ruby a Milano, che vede imputato Silvio Berlusconi. I suoi legali, Filippo Dinacci e Franco Coppi, stanno cercando di smontare le tesi dell’accusa, che ha chiesto la conferma della condanna a 7 anni di carcere per l’ex premier. Approfittando di una pausa del dibattimento, il presidente della Corte d’Appello di Milano ha invitato i tanti cronisti presenti in aula, a non sedersi nella gabbia riservata ai detenuti, ma a stare in piedi: “Mi dà una sensazione amara, vedere due giornalisti lì” di Francesca Martelli