“Io sono stato sempre garantista, anche quando ero pm. Siamo in una fase in cui la vicenda giudiziaria di Maroni non avrà nessuna incidenza sull’inchiesta Expo”. Così il presidente nazionale dell’Autorità Anticorruzione sull’indagine che coinvolge il governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni per il quale si ipotizza il reato di concussione. “Se questa vicenda non fosse accaduta sarebbe stato meglio – commenta il viceministro delle Infrastrutture Riccardo Nencini a margine di un convegno sulla corruzione negli appalti pubblici alla Camera dei Deputati – ma sono convinto che questa storia non ritarderà il completamento dei lavori previsti per il 2015”   di Annalisa Ausilio