“La maggioranza dei feriti e dei morti sono donne e bambini”. Medici e infermieri dell’ospedale di Al-Shifa, il più grande polo sanitario della Striscia di Gaza, non hanno dubbi. Nei quattro giorni di bombardamenti israeliani sono morti 101 palestinesi, mentre i feriti sono oltre 700. Al pronto soccorso dell’ospedale arrivano in continuazione ambulanze cariche di persone coinvolte nei bombardamenti: “Siamo già a corto di farmaci e medicamenti – spiegano i sanitari – se continuano ad arrivare feriti a questo ritmo ci sarà una crisi umanitaria”  di Cosimo Caridi

Le immagini potrebbero urtare la vostra sensibilità