Dopo la legge elettorale e la Costituzione, Renzi e Berlusconi lavorano alla riforma della Giustizia. Tra una lacrima di Marianna Madia e una “protesta” di Civati

LEGGI LA STRISCIA COMPLETA DI STEFANO DISEGNI